Risorse Umane: nuova frontiera nello sviluppo del machine learning

Il machine learning è una delle tecnologie più all’avanguardia dell’intelligenza artificiale. Scoprite in maniera semplice ed immediata il suo funzionamento e, soprattutto, le possibili applicazioni di tale tecnologia al mondo delle risorse umane, la nuova frontiera del machine learning.

Vi siete mai chiesti come faccia il vostro programma di posta elettronica a smistare le email fra spam e posta desiderata o come sia possibile che la pubblicità presente su Facebook corrisponda “stranamente” ai vostri interessi? La tecnologia alla base è la stessa in entrambi i casi: il Machine Learning o apprendimento supervisionato.

Un esempio molto semplice per capire le fondamenta dell’apprendimento supervisionato è pensare alla lezione di scienze in cui avete imparato a distinguere all’interno della categoria degli animali vertebrati le sue diverse classi. Come avete imparato a riconoscere un mammifero da un rettile o da un anfibio? Per prima cosa la maestra vi ha fatto degli esempi dicendovi che il gatto e il cane sono dei mammiferi, mentre i serpenti sono dei rettili, le rane degli anfibi, lo scorfano un pesce e il pettirosso un uccello. Vi ha spiegato poi che i mammiferi hanno alcune caratteristiche in comune che li possono distinguere dagli animali appartenenti alle altre classi, ad esempio il fatto di avere una pelliccia o di essere a sangue caldo. A questo punto la maestra vi ha chiesto “e lo squalo a che classe appartiene?” e voi avete dovuto confrontare lo squalo e le sue caratteristiche con ciascuno degli animali da lei introdotti per capire a quale animale lo squalo si avvicinasse di più e poter così determinare la sua categoria.

Lo stesso identico processo di apprendimento e classificazione avviene nel machine learning, in cui la determinazione del gruppo di appartenenza deriva da dei dati di input somministrati dal supervisore, sulla cui base il sistema elabora e categorizza i nuovi dati, attraverso un processo di calcolo della distanza e della somiglianza. La macchina elabora quindi le informazioni date dal programmatore e “impara” a individuare i nuovi dati tramite il confronto con quelli ricevuti inizialmente. Per esempio, nel caso della classificazione dello spam, il sistema elabora automaticamente le email, comparando le caratteristiche delle mail precedentemente classificate come spam e quelle come posta desiderata. Calcolando il grado di somiglianza, stabilisce se si tratta di posta spazzatura o meno.

Questa tecnologia sarà applicata anche al settore delle risorse umane, permettendo di risparmiare tempo ed energie umane, affidando all’intelligenza artificiale i compiti più lunghi e ripetitivi. Il machine learning nel campo HR sarà infatti utilizzato per esaminare i curriculum e le offerte di lavoro, oltre che per determinare e gestire i percorsi di carriera.

Il machine learning applicato al processo di ricerca e selezione è una delle innovazioni più all’avanguardia nella talent acquisition, permettendo di incontrare le necessità del mercato del lavoro, caratterizzato da un continuo bisogno di aggiornamento e attualizzazione. Basti pensare alle professioni legate al mondo digitale e informatico: solo pochi anni fa erano inesistenti, mentre oggi sono molto richieste e in continua fase di espansione e sviluppo. Nel mondo del lavoro, le professioni e le job skills attribuite sono in perenne evoluzione, ciò comporta il rischio di avere un sistema obsoleto, incapace di accogliere le novità del campo e di facilitare l’incontro di domanda e offerta d’impiego.

Arca24 sta attualmente sviluppando l’apprendimento automatico in relazione al motore di ricerca semantico già implementato nei nostri sofware. Skillskan permette di abbinare i migliori talenti alle offerte di lavoro pubblicate, confrontando i termini utilizzati nei curriculum e le abilità espresse dai candidati con quelli richiesti negli annunci. Le job skills che il nostro sistema è attualmente in grado di elaborare sono più di 13000 e sono associate a quasi 1500 professioni.

Nonostante queste cifre siano molto alte, la nostra determinazione nel voler creare uno strumento sempre più potente e completo, ha portato alla decisione di implementare questa tecnologia rivoluzionaria ai nostri software. Grazie all’apprendimento automatico, il sistema sarà in grado di classificare nuovi termini, non ancora inclusi nell’attuale programma, e di “decidere” autonomamente a quale professione siano riconducibili, aumentandone ulteriormente l’affidabilità e la precisione. Inoltre, attraverso questa tecnica, sarà possibile una generazione automatica delle nuove professioni, permettendo di includere direttamente le professioni più recenti e innovative. In questo modo, la lista sarà continuamente e automaticamente ampliata, rendendo l’identificazione delle abilità del candidato e delle sue possibili professioni ancora più efficace.

Il risultato? Uno strumento di calcolo della compatibilità tra le offerte di lavoro e i CV dei candidati ancora più potente ed in continua evoluzione, um mezzo sempre più indispensabile per la talent acquisition!

Questo strumento sarà implementato nei nostri prodotti già disponibili, Ngage e Talentum. Il primo dedicato alle società di staffing, comprendente un ATS e un CRM; il secondo creato su misura per i processi di reclutamento delle aziende. In questo modo sarà possibile sia per le agenzie per il lavoro e per le società di ricerca e selezione, sia per le aziende stesse, possedere un software rivoluzionario ed estremamente tecnologico, capace di adattarsi alla continua evoluzione del mercato del lavoro.